IL MODELLO DI INTELLIGENZA EMOTIVA IDEATO DA GIORGI E MAJER

L’Intelligenza Emotiva ha conseguenze hard all’interno di diversi contesti lavorativi.

Marco Miniussi

Learning&Recruiting EIskill

Il modello di Intelligenza Emotiva ideato da Majer e Giorgi, nasce dalle iniziali considerazioni di Goleman secondo la quale le competenze lavorative di tipo soft, hanno conseguenze hard all’interno di diversi contesti lavorativi.

Su questo piano, la piattaforma applicativa dei due autori rintraccia 16 competenze predittive del successo professionale, organizzate su 4 fattori.

Il modello presente è una delle ultime scoperte all’interno della produzione scientifica in campo organizzativo ed offre diverse applicazioni nell’ambito delle Risorse Umane, forte anche di una validazione su oltre 4000 lavoratori italiani.

Rispetto ai precedenti modelli utilizzati per valutare l’impatto delle soft skills sul capitale umano d ’azienda, il framework di Giorgi e Majer, ha il pregio di focalizzarsi specificatamente sulla relazione tra IE e contesto lavorativo.

Questo indirizzamento, permette di differenziare specificatamente l’IE presentata dal soggetto sul luogo di lavoro, da quella manifestata dalla persona in altri campi, come nella sfera privata, giungendo a valutazioni stringenti ad adattabili a seconda delle mansioni lavorative. Molti altri strumenti infatti, preposti a valutare l’IE della persona, forniscono delle indicazioni su caratteristiche più generali, spesso slegate dai contesti di lavoro o dai specifici compiti che la persona andrà a svolgere.

Applicare questo modello nei processi di selezione del personale consente di orientare in maniera innovativa l’individuazione di profili ad alto potenziale e favorire l’inserimento di risorse conformi alle richieste emotivo/comportamentali dell’ambiente lavorativo.

EIskill ha sviluppato tecnologie di Intelligenza Artificiale per innalzare le probabilità di successo scegliendo il candidato giusto riducendo la fase del pre-screening.

Attraverso Video Test situazionali misura l’assetto emotivo comportamentale dei candidati fornendo short list di candidati centrati per i ruoli Sales&Customer.

Suggerisci l'articolo su

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *